Home
Home IT  Home UK  Home DE  Home FR  Home ES 
Ulti Clocks content

Login



PDF Stampa
POSITIO
La Positio consta di due parti: l'Informatio e il Summarium.

l'Informatio contiene i seguenti elementi:
la storia della causa;
le fonti e i criteri con cui è stata preparata la Positio;
un profilo biografico del Servo di Dio;
la fama di santità e il suo fondamento (le virtù).
Nel caso di Puglisi - ed è l'elemento fondamentale da presentare - si deve dimostrare, in modo fondato teologicamente, che è stato ucciso in odium fidei (odio/avversione nei confronti della fede) e che, quindi, si possa parlare di martirio.
L'Informatio reca la firma del collaboratore esterno  che l'ha redatta e la controfirma del Relatore, che ne è giuridicamente responsabile.

il Summarium è la trascrizione fedele delle prove testimoniali e documentali raccolte durante l'istruzione del Processo diocesano.
Di ogni deposizione dei testi - dei quali si compila un breve profilo biografico - l'estensore del Summarium deve fare la sintesi generale dell'intera deposizione e particolare di ogni risposta data dal teste.

Responsabile della Positio presso la Congregazione dei Santi è il Relatore a cui è stata affidata la causa. Questi, però, si serve di un collaboratore esterno, il quale, di fatto - e sempre sotto la direzione del suddetto Relatore - è il redattore, l'estensore dell'intera Positio. Pubblicata la Positio, sarà oggetto di esame critico da parte del Promotore della Fede e di otto consultori teologi della Congregazione, chiamati tutti a dare il loro voto, che può essere: affirmative, negative, suspensive.

 

3P in foto...

PPP_G11.jpg

English